you're reading...
Senza categoria

Assolta la segretaria di Bersani

bilancia-della-giustizia-ICONA

Il Gup di Bologna Letizio Magliaro ha assolto l’ex segretaria di Pierluigi Bersani, Zoia Veronesi, e l’ex capo di gabinetto in Regione di Vasco Errani, Bruno Solaroli dall’accusa di truffa aggravata alla Regione perchè «il fatto non sussiste».

«In questi quattro anni la mia vita, e quella dei miei cari, è stata sottoposta ai raggi x. È stato scavato in modo molto meticoloso sino ad essere quasi umiliante». È lo sfogo a caldo di Zoia Veronesi. Assolto anche Bruno Solaroli, ex capo di gabinetto del presidente dimissionario della Regione, Vasco Errani: «Ero fiducioso e ora sono contento», dice parlando per la prima volta del processo in cui era imputato (entrambi erano presenti oggi alla lettura della sentenza del gup Letizio Magliaro che ha deciso col rito abbreviato). Veronesi si allontana un attimo dai cronisti per avvisare telefonicamente l’anziana mamma dell’assoluzione. Quando tornano i giornalisti le chiedono se è stato avvisato anche «l’onorevole Bersani della sentenza». La risposta del legale di Veronesi, Paolo Trombetti, è ironica: «Meglio avvisare l’onorevole Raisi…». Fu proprio l’ex deputato Enzo Raisi, infatti, a innescare l’inchiesta con un esposto presentato nel 2010 in cui ipotizzava che Veronesi, pur essendo stata assunta come dirigente in Regione, continuava di fatto a lavorare come segretaria di Bersani.

La sentenza con rito abbreviato, è arrivata proprio oggi durante il discorso di commiato alla Regione di Errani, riguardava l’accusa del pm Giuseppe Di Giorgio a Veronesi di aver continuato a svolgere il ruolo di segretaria dell’ex leader Pd anche quando era stata assunta come dirigente in Regione Emilia Romagna. La somma che le veniva contestata ammonta a 140 mila euro: i periodi in cui Veronesi operò come dirigente della Regione vanno dal 2001 al 2006 e da metà 2008 al marzo 2010, anche se la Procura si era concentrata solo sull’ultimo periodo.

Nel processo era imputato anche Bruno Solaroli, allora capo di gabinetto del presidente Errani, per aver firmato gli incarichi a Veronesi. Per entrambi il pm aveva chiesto, col rito abbreviato, una condanna a 4 mesi e 20 giorni; ma il Giudice dell’udienza preliminare Magliaro ha deciso diversamente.

(da l’Unità.it)

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 48.533 hits

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 17 follower

Archivi

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: